Salvi Vivai, socio fondatore del Consorzio Italiano Vivaisti (CIV) ed in collaborazione con altri 13 Centri di ricerca internazionali, ha contribuito alla registrazione di oltre 40 brevetti (10 di Mele e 30 fragole) e ha sperimentato circa 130.000 incroci (100.000 fragole, 30.000 meli), oltre ad aver sviluppato i primi impianti di ciliegio ad altissima densità senza scala (5.000 alberi/Ha).

Il CIV investe nella ricerca per offrire, ai mercati, nuove varietà di fragole, mele, pere e pesche all’avanguardia e più conformi alle nuove esigenze. Tali frutti determinano produzioni di alta qualità, con una particolare attenzione rivolta al rispetto dell’ambiente. Il CIV è particolarmente conosciuto per le molteplici varietà di fragole e di mele e ha otte-nuto risultati eccellenti a livello nazionale ed internazionale.

NUMERI
Incroci: 100.000 piante fragola - 30.000 incroci piante da frutto (meli).

Brevetti: 10 varietà di mele - 30 varietà di fragole.

PARTNERSHIP RICERCA
A livello mondiale il CIV è presente tramite collaborazioni con diversi componenti del set-tore, dai centri ricerca universitari alle aziende e ai consorzi in varie parti del mondo. Collabora e partecipa a programmi di sperimentazione e miglioramento con enti pubblici e privati.

La produzione e la vendita diretta delle piante da frutto ai produttori sono sicuramente una garanzia sull’ortofrutta che poi, spesso, lo stesso gruppo Salvi ritira. Il supporto di Salvi Vivai nella scelta delle varietà più adatte al terreno e al clima della zona in cui devono essere messe a dimora rappresentano il primo punto di forza dell'azienda.
Gestire direttamente 1.700 Ha di colture è per Salvi una fonte di esperienza unica per comprendere le reali esigenze della filiera. Inoltre il rapporto diretto con oltre 1.000 produttori associati in O.P. (AFE e CJO) rendono questo Gruppo estremamente sensibile verso il settore primario. Dal produttore al consumatore tutto è chiaro in questa Azienda.
Con le sue 60.000 Tonnellate di stoccaggio, Salvi è sicuramente un colosso del settore, capace di supportare ogni richiesta del mercato, dalla GdO nazionale ed internazionale alle realtà commerciali più disparate.
I frutti vengono fatti confluire in centri di raccolta dislocati nelle zone di produzione per ridurre i tempi di condizionamento e preservare al meglio le qualità del prodotto appena raccolto. La selezione della frutta che è immessa sul mercato passa attraverso sistemi all'avanguardia. Grazie a questi impianti Salvi ha una capacità di lavorazione giornaliera di 1.000 Tonnellate.
Salvi UNACOA S.p.A si occupa della vendita del prodotto finito; opera verso la grande distribuzione italiana ed estera e verso i principali distributori europei.

Il Gruppo Salvi interviene in ogni fase della filiera di produzione dell’ortofrutta.

filiera